venerdì 1 maggio 2015

Di leoni, iene, e carogne




Nella foto Michele Sasso, 38 anni, nato a Varese ma vive a Milano. E' quello che ha scritto su L'Espresso che Sergio Ramelli "non era un martire", suggerendo fosse invece uso allo scontro di piazza e alla violenza fascista. Nel rispetto della legge, mi raccomando, se lo incrociate per strada spiegategli de visu un pochino che la realtà è diversa dal suo inchiostro di pennivendolo.


"Non sarebbe però un martire Sergio Ramelli, secondo l ’osservatorio sulle nuove destre .

Nelle foto apparse il 18 aprile 1973 sul quotidiano «Lotta continua» (digitalizzato dalla Fondazione Erri De Luca ) pubblicate pochi giorni dopo l’uccisione dell’agente di polizia Antonio Marino spunta il giovane. Il «giovedì nero di Milano» sfociò in una violenta dimostrazione con numerosi atti di violenza e di teppismo, con schermaglie tra forze dell'ordine e missini."

http://espresso.repubblica.it/attualita/2015/04/28/news/il-25-aprile-nero-si-celebra-a-milano-1.209806

http://www.secoloditalia.it/2015/04/ramelli-non-era-martire-colpo-basso-dellespresso-spiegato-cosi/

Nessun commento: